Repubblica Ceca, Necas: Troppi 3,5 mld contributo a Fmi per crisi euro

Praga (Repubblica Ceca), 18 gen. (LaPresse/AP) - Il primo ministro della Repubblica Ceca, Petr Necas, ha escluso la possibilità che il suo Paese possa dare al Fondo monetario internazionale un contributo di 3,5 miliardi di euro nell'ambito degli sforzi per risolvere la crisi del debito europea e ha affermato che la somma dovrebbe essere "notevolmente più bassa". I leader europei si sono accordati per versare all'Fmi 200 miliardi di euro da usare per i Paesi in difficoltà e il governo ceco dovrebbe votare sul contributo la prossima settimana. A dover fare il versamento è concretamente la Banca centrale, il cui governatore Miroslav Singer ha definito il prestito "assurdo". Il presidente ceco Vaclav Klaus, notoriamente euroscettico, si oppone al versamento del contributo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata