Rcs, chiusa asta inoptato, no acquisti Fiat e Della Valle

Milano, 11 lug. (LaPresse) - Si è conclusa l'asta sull'inoptato dell'aumento di capitale di Rcs. Sono stati venduti tutti i diritti pari all'11% del capitale. In tutto è stato venduto il 14% del pacchetto dell'aumento di capitale, sono passati di mano 15 milioni di diritti, equivalenti a circa 45 milioni di azioni. In un comunicato il gruppo editoriale spiega che "è stata completata la vendita di tutti i 16.239.574 diritti non esercitati per la sottoscrizione di 48.718.722 azioni ordinarie". L'esercizio dei diritti acquistati nell'ambito dell'offerta in borsa e conseguentemente la sottoscrizione delle azioni ordinarie dovrà essere effettuata, a pena di decadenza, entro e non oltre il terzo giorno lavorativo successivo a quello di comunicazione della chiusura anticipata e quindi il giorno 16 luglio 2013.

NO ACQUISTI PER FIAT E DELLA VALLE. Secondo fonti finanziaria Fiat non sarebbe tra coloro che stamattina hanno acquisito i diritti inoptati dell'aumento di capitale di Rcs. Nemmeno Diego Della Valle sarebbe tra i compratori dell'11% di capitale inoptato nell'aumento di capitale. Se le indicrezioni fossero confermate alla Fiat rimarrebbe una quota di circa il 20% dopo l'aumento e al patron di Tod's una partecipazione dell'8,8%.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata