Portogallo, premier: Governo cerca nuove misure per tagliare spese

Lisbona (Portogallo), 20 dic. (LaPresse/AP) - Il governo del Portogallo sta cercando nuovi modi per ridurre le spese e rispettare gli obiettivi di bilancio per il 2014, dopo che la Corte costituzionale ha respinto il piano di tagliare del 10% l'anno prossimo le pensioni superiori a 600 euro mensili. Lo ha detto il primo ministro portoghese, Pedro Passos Coelho, precisando che il governo sta esaminando le alternative e non esclude l'introduzione di nuove tasse. Questo, ha ammesso, danneggerebbe però la fragile crescita economica del Paese. La Corte costituzionale ha deciso ieri che il piano di ridurre le pensioni viola il principio della fiducia nelle autorità. È stata la quarta volta dall'inizio dell'anno che la Corte ha bloccato misure di austerità mirate a ridurre le spese del governo. L'obiettivo della riforma era risparmiare 388 milioni di euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata