Popolare Vicenza, da Consob sanzione da 9,14 milioni di euro
A commettere violazioni il vertice aziendale tra aprile 2011 e aprile 2015

Consob ha sanzionato la Banca Popolare di Vicenza per un totale di 9,14 milioni di euro per violazioni commesse dal vertice aziendale tra aprile 2011 e aprile 2015. I provvedimenti riguardano il Consiglio di amministrazione e il Collegio sindacale in carica all'epoca dei fatti, segnala una nota della commissione, in cui si segnala che agli stessi soggetti sono state comminate anche le sanzioni accessorie della perdita temporanea dei requisiti di onorabilità e dell'incapacità di assumere incarichi in società quotate o loro controllate per un totale di 76 mesi.

In particolare, prosegue il comunicato, Consob ha accertato - al termine di un'attività di vigilanza, che ha compreso anche un'ispezione fra aprile 2014 e maggio 2015 - che la banca "ha violato le discipline in materia di condotta degli intermediari nei confronti della clientela, di offerte al pubblico e di informazione societaria". I comportamenti illeciti, scrive Consob, "risultano essere frutto di scelte aziendali riconducibili, secondo i rispettivi ruoli e responsabilità, ai principali livelli decisionali e di controllo interno della banca".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata