Pop Bari, Bankitalia: In 2016 no presupposti normativi per commissariamento

Milano, 13 gen. (LaPresse) - La Banca d'Italia non è intervenuta con il commissariamento della Banca Popolare di Bari già nel 2016 dopo l'accertamento ispettivo del 2016 perché mancavano "i presupposti normativi". Non era "possibile procedere al commissariamento, mancandone i presupposti normativi", spiega Bankitalia in una nota. "L'amministrazione straordinaria - prosegue - rappresenta un intervento di vigilanza particolarmente forte, con il quale si destituiscono gli organi amministrativi scelti dagli azionisti, limitando in maniera incisiva i diritti di questi ultimi. Essa può pertanto essere adottata solo quando ne ricorrano i presupposti definiti con precisione dalla legge: gravi violazioni di disposizioni legislative, regolamentari o statutarie; gravi irregolarità nell'amministrazione o gravi perdite patrimoniali. Il commissariamento della Bpb è stato disposto quando le perdite hanno ridotto i livelli di capitale al di sotto dei minimi stabiliti dalle regole prudenziali, situazione che è emersa solo a seguito dell'ultimo accertamento ispettivo avviato a giugno 2019 dalla Banca d'Italia, che ha evidenziato anche gravi anomalie nella gestione del credito oltre alla incapacità di portare avanti un serio piano di risanamento".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata