Pirelli: Ricavi in crescita del 17,9% nel terzo trimestre

Londra (Gran Bretagna), 8 nov. (LaPresse) - I ricavi di Pirelli nel terzo trimestre sono cresciuti del 17,9% arrivando a 4.265,8 milioni di euro rispetto ai 3.618,7 del settembre 2010. L'utile netto è cresciuto del 56,8% arrivando a 251,3 milioni di euro rispetto ai 160,3 del settembre 2010, a perimetro omogeneo. Nel terzo trimestre Pirelli registra un risultato operativo (Ebit) post oneri di ristrutturazione pari a 451,2 milioni in crescita del 46,8% rispetto ai 307,3 milioni di un anno fa, con una redditività in crescita al 10,6% dall'8,5%.

Grazie al successo della strategia di focalizzazione sul premium e alle continue azioni di efficienza, si legge nella nota sui dati del terzo trimestre, Pirelli prevede di chiudere il 2011 con una profittabilità in linea con il livello più elevato dei target comunicati lo scorso luglio, in occasione della presentazione dei risultati del primo semestre: si prevede pertanto un margine Ebit pari a circa il 10% a livello consolidato (target tra 9,5% e 10%) e pari a circa l'11% per Pirelli Tyre (target tra 10% e 11%).

Il Consiglio di Amministrazione di Pirelli, si legge nella nota sui dati relativi al terzo trimestre, ha approvato l'emissione di prestiti obbligazionari non convertibili fino a un ammontare nominale massimo di 800 milioni di euro (o pari controvalore in altre divise), da collocarsi anche in più tranches sui mercati internazionali. Tali prestiti potranno essere emessi anche da parte di altre società del gruppo e garantiti da Pirelli & C. SpA. I termini definitivi delle operazioni saranno fissati e comunicati al mercato al momento del pricing, determinato in base alle condizioni di mercato. Le emissioni potranno aver luogo entro la fine del 2012 e il collocamento delle obbligazioni potrà avvenire esclusivamente nei confronti di investitori qualificati.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata