Pirelli: Accordo su ingresso Rosneft, investimento di 552,7 mln

Roma, 24 mag. (LaPresse) - Perfezionato l'accordo tra i soci di Camfin (Nuove Partecipazioni, Intesa SanPaolo, Unicredit e Clessidra) per l'ingresso nel capitale dei russi di Rosneft attraverso la società Long-Term Investments Luxembourg. Quest'ultima avrà il 50% del capitale di Camfin, che a sua volta detiene il 26,19% di Pirelli. L'investimento di Rosneft è di complessivi 552,7 milioni di euro. E' quanto si legge in una nota.

L'operazione, oggetto dell'accordo di massima già comunicato a marzo 2014, consiste nella formazione di una nuova joint venture facente capo per il 50% ad una Newco (composta da Nuove partecipazioni all'80% e da Intesa e Unicredit ciascuna per il 10%) e per il 50% a Rosneft per detenere la partecipazione Pirelli posseduta da Lauro 61/Camfin. Inoltre, come si legge nella nota, prevede l'uscita da parte di Clessidra, Intesa e Unicredit dalla joint venture sinora esistente in Lauro 61/Camfin e il contestuale parziale reinvestimento da parte di Intesa e Unicredit nella suddetta nuova joint venture. All'esito delle negoziazioni, le parti hanno convenuto di non costituire un nuovo veicolo ma di detenere la titolarità della partecipazione in Pirelli attraverso Camfin che, al termine del processo, sarà partecipata al 50% dai russi e al 50% da una Newco partecipata da Nuove partecipazioni al 76% e da Intesa e Unicredit al 12% ciascuno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata