Pil eurozona +0,2% nel I trimestre: traina la Germania, Francia ferma

Bruxelles (Belgio), 15 mag. (LaPresse) - Il Pil dell'eurozona è aumentato dello 0,2% nel primo trimestre del 2014 sui tre mesi precedenti, la stessa crescita registrata nell'ultimo trimestre dello scorso anno. E' quanto emerge dalla stima preliminare diffusa da Eurostat. Su base annua l'area euro mostra un incremento del Pil dello 0,9%, in accelerazione dal +0,5% della precedente rilevazione trimestrale. Nell'Ue a 28 il Pil è aumentato dello 0,3% in gennaio-marzo, in lieve decelerazione dal +0,4% registrato negli ultimi tre mesi del 2013. Su base annua l'espansione economica è dell'1,4%.

GERMANIA BRILLANTE. La locomotiva tedesca continua a correre. Nel primo trimestre la Germania ha registrato una crescita del Pil pari allo 0,8%, meglio del +0,4% trimestrale della lettura precedente e leggermente sopra il +0,7% stimato dagli analisti. Su base annuale l'incremento della ricchezza prodotta è pari al +2,3%, contro il +1,4% precedente e al +2,2% previsto dagli economisti.

FRANCIA FERMA. Pil invariato nel primo trimestre per la Francia. E' questa la lettura relativa al prodotto interno lordo francese, su base trimestrale, resa nota in mattinata. Gli analisti si attendevano un +0,1%, comunque sotto il +0,3% della lettura precedente. Su base annualizzata il Pil evidenzia un incremento pari allo 0,8%

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata