Piazza Affari chiude sulla parità, debole il comparto bancario. Bene Saipem dopo i conti -1-
(Finanza.com) La Borsa di Milano ha chiuso sulla parità perdendo terreno sul finale di seduta. Nella prima parte di giornata il listino milanese aveva sfruttato il via libera del Parlamento greco alle nuove misure di austerity che vanno incontro alle richieste della troika (Ue-Bce-Fmi) per pervenire alla concessione del secondo piano di aiuti da 130 miliardi di euro. Inoltre il Tesoro italiano ha collocato 8,5 miliardi di euro di Bot annuali ad un rendimento medio del 2,23%, in calo rispetto al 2,735% dell'asta tenutasi lo scorso 12 gennaio. Si tratta del rendimento minimo dal giugno 2011. Sono inoltre stati collocati Buoni del Tesoro flessibili a 127 giorni per 3,5 miliardi. Tornando al fronte greco, il voto per le elezioni politiche è stato anticipato ad aprile mentre la ristrutturazione del debito con i creditori privato dovrebbe essere completata a marzo. Lo spread Btp-Bund è ritornato nel pomeriggio sopra 365 punti base. E così, complice la debolezza del comparto bancario, l'indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,05% a 16.369 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dello 0,19% a quota 17.381.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata