Philip Morris stanzia 100 milioni dollari contro il contrabbando
Sono invitati a presentare progetti soggetti pubblici e privati

Philip Morris International Inc. (PMI), la nota multinazionale del tabacco, lancia l'iniziativa 'PMI IMPACT' per contrastare il contrabbando e i reati connessi. Struttura portante di 'PMI IMPACT' sarà il comitato di esperti, composto da personalità esterne all'azienda con esperienza in ambito legale e della lotta alla corruzione, che in modo indipendente determineranno quali progetti finanziarein diverse aree di intervento: ricerca, educazione e sensibilizzazione, azioni concrete a contrasto di attività illecite. Le richieste di finanziamenti si aprono il 17 giugno e le proposte possono essere presentate da privati, organizzazioni pubbliche e associazioni senza scopo di lucro. I fondi messi a disposizione ammontano a 100 milioni di dollari e serviranno a finanziare i primi tre cicli di progetti.

Secondo le stime, il valore complessivo al dettaglio dei prodotti commercializzati illegalmente corrisponde a 650 miliardi di dollari, con un mercato nero attivo per innumerevoli prodotti che vanno da quelli farmaceutici al cibo, dal tabacco alle armi fino alla fauna selvatica. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata