Petrolio sale in Asia a 91,25 dollari, ottimismo su fiscal cliff

Bangkok (Thailandia), 27 dic. (LaPresse/AP) - Il petrolio è salito in Asia sulle speranze di un accordo negli Stati Uniti per evitare il 'fiscal cliff'. Nel tardo pomeriggio di Bangkok l'indice di riferimento per la consegna a febbraio del greggio è cresciuto di 27 centesimi a 91,25 dollari al barile nel trading elettronico sul New York Mercantile Exchange. Il contratto era aumentato di 2,37 dollari, o il 2,7%, nella prima seduta post-natalizia di New York. A Londra, il petrolio Brent è invece calato stamane di 11 centesimi a 110,96 dollari al barile sulla piattaforma Ice Futures. Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, è tornato a Washington per riprendere i colloqui sul 'fiscal cliff' dopo una breve vancanza nelle Hawaii.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata