PerGenova: in fase di ultimazione le pile 12 e 17 del Nuovo Ponte
PerGenova: in fase di ultimazione le pile 12 e 17 del Nuovo Ponte

Non si fermano i lavori al cantiere del nuovo viadotto sul Polcevera a Genova

Non si fermano i lavori al cantiere del nuovo viadotto sul Polcevera a Genova. Sono ormai in fase di completamento le ultime pile, la 12 e la 17, del Ponte, costruito da Salini Impregilo e Fincantieri attraverso la società consortile PerGenova.

20 cantieri nel grande cantiere del Ponte, al lavoro in contemporanea e su più dimensioni: sottoterra, in elevazione lungo le pile e in quota.

Con queste ultime due strutture vengono completate tutte le 18 pile in calcestruzzo, alcune alte più di 40 metri e che, includendo le fondazioni, possono essere paragonate a un grattacielo di circa 90 metri di altezza: in pratica è come se il ponte poggiasse su 18 edifici alti ognuno 20/30 piani.

A fare il punto sulle lavorazioni in corso è Paolo Albergante, ingegnere di 30 anni e assistente al capo cantiere di PerGenova: “Delle 18 pile previste, stiamo completando le ultime due e rimangono in lavorazione le pile minori del ramo di svincolo. Per quanto riguarda la sovrastruttura metallica, ovvero l’impalcato, abbiamo varato campate da 50 metri e ci stiamo preparando per quelle da 100 metri che sono tre, a ridosso del fiume Polcevera”.

Alle spalle di Albergante c’è un trascorso di 5 anni con Salini Impregilo, iniziato con il Progetto “100 giovani ingegneri”, e proseguito con oltre 3 anni di lavoro nel cantiere della metro di Riyad, prima di riavvicinarsi a casa per seguire in Liguria i lavori del Terzo valico dei Giovi. Infine, il nuovo ponte di Genova, esperienza che “ha vissuto fin dall’inizio”.

Nelle fasi di picco, in cantiere hanno lavorato in parallelo oltre 600 persone: figurativamente circa una persona ogni due metri di ponte e, considerando l'indotto, il progetto supererà i 1000 impieghi complessivi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata