PepsiCo taglia 8.700 posti lavoro, utile sale a 1,42 mld dollari

Purchase (New York, Usa), 9 feb. (LaPresse/AP) - PepsiCo prevede di tagliare 8.700 posti per compensare i costi elevati delle materie prime e gli investimenti in pubblicità e marketing in Nord America. Il produttore della Pepsi Cola prevede risparmi per 1,5 miliardi di dollari entro il 2014. Il gruppo ha affermato che le decisioni "difficili" sono state rese necessarie dalle previsioni che indicano un ulteriore aumento delle materie prime. Il cfo Hugh Johnston ha detto che per PepsiCo "il 2012 sarà un anno di transizione, in cui faremo gli investimenti giusti per incrementare l'utile". Il colosso statunitense delle bibite ha anche alzato il velo sui conti del quarto trimestre 2011. L'utile netto si è attestato a 1,42 miliardi di dollari, o 89 centesimi per azione, in aumento del 4% rispetto al risultato dello stesso periodo dell'anno precedente. Escludendo i costi di ristrutturazione l'utile ha superato le stime degli analisti, posizionandosi a 1,15 dollari per azioni contro le stime a 1,13 dollari. Il fatturato è aumentato invece dell'11% a 20,16 miliardi di dollari. Gli analisti si aspettavano 19,89 miliardi di dollari.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata