Parlamento tedesco approva espansione Efsf prima di vertice Ue

Berlino (Germania), 26 ott. (LaPresse/AP) - Il Parlamento tedesco ha approvato con un'ampia maggioranza l'espansione dei poteri del fondo europeo di stabilità finanziaria (Efsf). Con 503 voti favorevoli, 89 contrari e quattro astenuti, i deputati hanno appoggiato la misura che renderà il fondo salva-Stati più efficace. L'approvazione permette al cancelliere Angela Merkel di arrivare più forte al summit dell'Unione europea per spingere i Paesi membri ad approvare definitivamente l'espansione del fondo.

I leader dell'opposizione hanno detto che i cambiamenti permetteranno di alzare la capacità del fondo, attualmente di 440 miliardi di euro, a mille miliardi di euro. Prima del voto, la Merkel ha detto ai deputati che "il mondo sta osservando l'Europa e la Germania per vedere se siamo pronti e in grado di assumerci la responsabilità nel momento della più grave crisi nel continente dalla fine della seconda guerra mondiale".

Il cancelliere ha detto che l'Unione europea deve essere pronta a modificare i trattati per risolvere la crisi del debito e garantire un migliore funzionamento dell'eurozona e di tutto il blocco. Un futuro trattato, ha spiegato, dovrà prevedere la possibilità di portare davanti alla Corte europea di giustizia i Paesi che non rispetteranno i propri obblighi fiscali e di bilancio previsti dal patto di stabilità e crescita. La leader del governo tedesco ha inoltre ribadito la necessità di una maggiore partecipazione da parte del settore privato per ridurre il debito della Grecia e ha auspicato un monitoraggio permanente del bilancio di Atene, e non ogni tre mesi come succede attualmente. "Chi vuole vedere una partecipazione del settore privato - ha poi aggiunto la Merkel - deve al tempo stesso garantire un monitoraggio, una protezione contro il rischio di contagio. Una diversa posizione sarebbe semplicemente irresponsabile".

In vista del vertice di oggi pomeriggio a Bruxelles tra i capi di Stato e di governo dei 27 Paesi dell'Ue, Olivier Bailly, portavoce della Commissione ha dichiarato: "Stasera abbiamo bisogno di un accordo politico. Ci aspettiamo una serie di misure credibili per le questioni che sono sul tavolo e stiamo lavorando per questo obiettivo". Bailly ha tuttavia aggiunto che è troppo presto per dire se dal vertice emergeranno cifre chiare sulla svalutazione del debito greco o sul rafforzamento del fondo di salvataggio europeo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata