Panasonic, per rilancio piano ristrutturazione da 2,7 mld dollari

Tokyo (Giappone), 28 mar. (LaPresse/AP) - Panasonic continuerà a produrre tv nonostante le perdite che il gruppo registra nel comparto. L'azienda giapponese considera l'uscita dal business dei televisori sono "l'ultima delle ipotesi". Il presidente di Panasonic, Kazuhiro Tsuga, ha promesso che la redditività della divisione migliorerà grazie a un piano strategico aggressivo che partirà dal mese prossimo e costerà 250 miliardi di yen (2,7 miliardi di dollari) spalmati in due anni. Nell'esercizio fiscale che termina a marzo Panasonic Corp si attende una perdita netta di 765 miliardi di yen (8,1 miliardi di dollari), più o meno lo stesso rosso dello scorso anno (772 miliardi di yen). Per il prossimo esercizio, invece, il gruppo punta a un utile di 50 miliardi di yen (532 milioni di dollari), con la speranza di raggiungere un utile operativo di 350 miliardi di yen tra due anni (3,7 miliardi di dollari). Panasonic, che potrebbe comunque ridimensionare il comparto tv chiudendo la produzione degli televisori al plasma, ha inoltre comunicato che il direttore Fumio Ohtsubo lascerà la sua carica assumendosi la responsabilità dei conti in rosso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata