Pakistan, spia indiana uccisa in carcere con mattone da due detenuti

Islamabad (Pakistan), 1 mag. (LaPresse/AP) - Una spia indiana, Sarabjit Singh, è stata uccisa in carcere da altri due detenuti che l'hanno attaccata con un mattone. Lo ha riferito la Tv di Stato del Pakistan. Singh, che era detenuto nel braccio della morte nella prigione di Lahore, è stato ucciso con un colpo alla testa. La spia era stata arrestata nel 1990 per il suo ruolo nella serie di attentati a Lahore e Faisalabad in cui sono rimaste uccise 14 persone. La sua famiglia ha sempre sostenuto l'innocenza di Singh, che era stato condannato per spionaggio e condannato a morte nel 1991. La sentenza era stata successivamente confermata dagli organi giurisdizionali superiori del Pakistan. L'ex sovrano militare, Pervez Musharraf, aveva respinto la sua richiesta di grazia nel 2008.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata