Olanda, Dijsselbloem: Austerità funziona, deficit sotto 3% nel 2014

L'Aia (Olanda), 11 giu. (LaPresse/AP) - Non fallirà la politica del governo olandese che prevede tagli alla spesa pubblica e aumento delle tasse. Lo ha detto il ministro delle Finanze, Jeroen Dijsselbloem, difendendosi dalle accuse degli economisti che sostengono che le sue misure di austerità stiano costringendo l'Olanda a rimanere impantanata in una lunga recessione. Parlando con i giornalisti a fianco del commissario Ue agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, Dijsselbloem ha dichiarato che si aspetta che il deficit olandese scenda sotto il 3% nel 2014, come stabilito con Bruxelles. Il ministro è anche presidente dell'Eurogruppo, l'organismo che raccoglie i 17 responsabili delle Finanze dell'eurozona. La Banca centrale olandese ha riferito invece ieri che il disavanzo pubblico si attesterà al 3,4% nel 2014 e salirà al 3,9% nel 2014, a meno che non vengano decisi nuovi tagli alla spesa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata