Ocse: Pil area +0,1% nel IV trimestre 2011, pesa eurozona

Parigi (Francia), 20 feb. (LaPresse) - Brusco rallentamento per la crescita economica dell'area Ocse nel quarto trimestre dell'anno scorso. L'organizzazione internazionale con sede a Parigi rileva un incremento del Pil dello 0,1% nel periodo ottobre-dicembre 2011. Nel terzo trimestre la crescita dell'area era stata dello 0,6%. L'Ocse spiega che gli andamenti sono molto diversi per i vari Paesi dell'area e, soprattutto, che sul dato generale pesa la performance dell'eurozona. Negli Stati Uniti, la crescita del Pil è stata del 0,7% nel quarto trimestre 2011, rispetto allo 0,5% del terzo trimestre, mentre in Giappone il Pil è diminuito dello 0,6% a seguito del forte rimbalzo tecnico (1,7%) nel terzo trimestre. Nella zona euro e nell'Unione europea il Pil è sceso dello 0,3%, segnando un calo per la prima volta dal secondo trimestre del 2009. In Italia l'economia si è contratta, nel periodo ottobre-dicembre, dello 0,7% rispetto ai tre mesi precedenti. L'Ocse conferma quindi la recessione tecnica per Roma, dopo aver rilevato un calo del Pil dello 0,2% nel periodo luglio-settembre.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata