Ocse: Eurozona verso ripresa, no ulteriori deterioramenti Italia

Parigi (Francia), 11 mar. (LaPresse) - Nell'eurozona, e in particolare in Germania, "la crescita sta per risollevarsi" e in Italia e Francia non dovrebbero esserci "ulteriori deterioramenti" dell'attività economica. E' quanto emerge dalla lettura del 'superindice' Ocse di gennaio, che continua a mostrare "crescite divergenti per le maggiori economie". Per l'area della moneta unica l'indicatore segnala un +0,16% su mese dopo il +0,13% registrato a dicembre, mentre su base annua il dato rimane negativo (-0,18%). In Italia e Francia, rispetto a dicembre, l'indice si attesta rispettivamente a +0,11% e +0,05%, ma su gennaio 2012 il dato Ocse è ancora sotto la parità (-0,66% e -0,53%). Negli Stati Uniti, scrive l'organizzazione internazionale con sede a Parigi, la "crescita si sta stabilizzando", con il superindice che mostra a gennaio un +0,08% su mese e un +0,53% su anno. Per la Cina, invece, si registra un "rallentamento della crescita", con un -0,11% su dicembre e un -1,29% su gennaio 2012.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata