Nokia completa vendita telefonia a Microsoft, chiuso capitolo storico

Helsinki (Finlandia), 25 apr. (LaPresse/AP) - Nokia ha completato la vendita della sua divisione telefonia a Microsoft per 5,44 miliardi di euro. Lo ha annunciato il gruppo finalndese, chiudendo un capitolo che l'aveva portato ad essere il primo produttore di cellulari del mondo, dopo aver iniziato, nel lontano 1865, con la fabbricazione di carta. La chiusura della transazione, che include un nutrito portafoglio di brevetti, arriva dopo i ritardi dei via libera dei regolatori dei mercati.

Nel 2008 Nokia possedeva il 40% della quota di mercato globale dei telefoni cellulari. Il gruppo finlandese ha riferito che il prezzo sarebbe "leggermente superiore" rispetto a quanto annunciato lo scorso 3 settembre, quando è stato alzato il velo dell'accordo con Microsoft. In teoria i due gruppi prevedevano di completare l'operazione entro il primo trimestre del 2014. Maggiori dettagli sulla vendita saranno resi noti da Nokia con la prima trimestrale, in uscita lunedì.

Il gruppo finlandese ha precisato che l'impianto produttivo di Chennai, in India, resterà fuori dall'affare, perché oggetto di sequestro da parte delle autorità fiscali del Paese. Anche lo stabilimento di Masan, in Corea del Sud, non rientra nell'accordo e verrà chiuso. Nokia ha sottolineato che le modifiche all'intesa non avranno alcun impatto sul prezzo della transazione che "sarà materialmente compensata per eventuali passività emerse". Microsoft acquisirà circa 25 mila dipendenti Nokia in 50 Paesi. Oltre 4.000 lavoratori in Filandia saranno trasferiti in strutture Microsoft e il quartier generale di Espoo, vicino a Helsinki, sarà presa in consegna dal colosso statunitense. L'ex ceo di Nokia, Stephen Elop, sarà il vice presidente esecutivo della Microsoft Devices Unit, che includerà gli ex smartphone e tablet di Nokia, Lumia.

NADELLA: OBIETTIVO INNOVAZIONE. "Diamo il benvenuto alla divisione Devices and Services di Nokia che da oggi entra a far parte della nostra famiglia. Le capacità e gli asset nell'ambito dei dispositivi mobile che Nokia porta con sé ci faranno progredire nel nostro percorso di trasformazione", commenta il ceo di Microsoft, Satya Nadella. "Insieme ai nostri partner - prosegue Nadella - continueremo a perseguire l'obiettivo di creare più velocemente innovazione per il nostro mondo basato su un approccio 'mobile-first, cloud-first'". Microsoft, con la divisione dei telefoni cellulari di Nokia, punterà al segmento di mercato dei device a basso costo, un'opportunità valutata intorno ai 50 miliardi di dollari annui.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata