Nobel Economia a Sargent e Sims

Stoccolma (Svezia), 10 ott. (LaPresse/AP) - Il Nobel 2011 è andato a due guru delle architetture mondiali dell'economia, proprio quando il rimbalzare della crisi finanziaria, dagli Stati Uniti all'eurozona e di nuovo dall'eurozona agli Usa, ha reso evidente la necessità di ricette globali per scongiurare il rischio di nuove recessioni.

Il prestigioso Nobel per l'Economia è stato assegnato agli statunitensi Thomas Sargent, della New York University, e Christopher Sims, della Princeton University. L'Accademia Reale Svedese delle Scienze ha scelto i due economisti per "la loro ricerca empirica su cause ed effetti della macroeconomia".

Il comitato per il Nobel 2011 spiega nella citazione che i due vincitori hanno sviluppato metodi per rispondere a domande come l'influenza di tassi e scelte fiscali su crescita economica e inflazione. "Oggi - si legge nel documento - i metodi sviluppati da Sargent e Sims sono strumenti essenziali per l'analisi macroeconomica".

I due economisti statunitensi sono entrambi 68enni e hanno portato avanti le loro ricerche in modo indipendente negli anni '70 e '80. Tuttavia l'Accademia svedese definisce le due ricerche "complementari". Secondo il comitato, "Sargent ha aiutato a capire gli effetti dei cambiamenti delle politiche strutturali, mentre Sims ha permesso di capire come gli shock si diffondono a livello globale".

Sims ha dichiarato che stava dormendo quando ha ricevuto la chiamata da Stoccolma che gli annunciava la vittoria del premio. "In realtà - ha raccontato - siamo stati chiamati prima ben due volte, ma mia moglie non riusciva a trovare il pulsante giusto per rispondere al telefono, quindi siamo andati a letto". Secondo l'economista, "non c'è una risposta semplice per affrontare le attuali turbolenze finanziarie, ma penso che i metodi sviluppati da me e da Tom siano fondamentali per nuove ricerche che ci aiutino a uscire dalla crisi". Sims ha detto che rifletterà prima di investire le 10 milioni di corone (poco più di un milione di euro) del premio Nobel.

La moglie di Sargent, Carolyn, ha dichiarato invece all'Associated Press che il marito è rimasto molto tranquillo quando ha saputo di aver vinto. "Penso che fosse in una specie di stato di soggezione - ha detto - stava andando di fretta all'Università per tenere una lezione". L'economista era sul treno che lo porta abitualmente da New York a Princeton, nel New Jersey.

Il merito attribuito a Sargent dalla commissione nella citazione è quello di aver mostrato come "la macroeconometria può essere usata per analizzare i cambiamenti permanenti nella politica economica, un metodo che può essere applicato per studiare come famiglie e imprese adeguano le proprie aspettative in concomitanza con gli sviluppi economici". Per quanto riguarda Sims, l'economista è stato premiato per i suoi cosiddetti vettori di autoregressione, che dimostrano come l'economia sia influenzata da "modifiche temporanee" come l'aumento del tasso di interesse.

I Nobel all'Economia saranno consegnati ai due statunitensi il prossimo 10 dicembre, giorno dell'anniversario della morte di Alfred Nobel. Infatti, il premio conferito dall'Accademia agli economisti non è stato istituito come gli altri nel 1895, ma nel 1968 e proprio alla memoria del fondatore della prestigiosa onoreficenza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata