Niente vacanze di Natale per 48 milioni di italiani

Roma, 20 dic. (LaPresse) - Sono 48 milioni gli italiani che durante le festività natalizie non faranno nessuna vacanza: per 30 milioni di loro la ragione è di tipo economico. E' quanto emerge da un'indagine di Federalberghi, realizzata con il supporto tecnico dell'istituto ACS Marketing Solutions. "La flessione di italiani in vacanza che verrà registrata durante le imminenti feste di Natale e Capodanno è paragonabile ad un fuoco che cova sotto la cenere", commenta il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca.

Complessivamente 11,8 milioni di italiani effettueranno una vacanza tra Natale e Capodanno, pari ad una flessione dell'1,6% che però, sommata al calo del 3% registrato l'anno scorso, "evidenzia - dice Bocca - come il settore si trovi a patire la grave situazione economica nella quale si dibattono ancora le famiglie italiane ed ormai sempre più le imprese ricettive".

Saranno circa 6 milioni e 200mila gli italiani che trascorreranno il Natale fuori casa. Il dato è in crescita del 3% rispetto allo scorso anno (6,1 milione nel 2013). Sono quindi 54 milioni gli italiani che, invece, resteranno a casa. Tra chi potrà permettersi una vacanza l'88% (rispetto al 91% del 2013) resterà in Italia, mentre il 12% (rispetto al 9% del 2013) andrà all'estero.

La vacanza preferita sarà in montagna (40%), seguita da una città diversa da quella di residenza (24%), dalle città d'arte maggiori e minori (16%) e dal mare (14%). Per chi andrà all'estero le grandi Capitali europee saranno preferite dal 70%.

Per chi resterà in Italia l'alloggio preferito sarà la casa di parenti o amici (41%), seguito dall'albergo (28%), dalla casa di proprietà (10%), dai rifugi alpini (7,2%) e dai B&B (4,5%).

A Natale gli italiani in vacanza dormiranno in media 4,6 notti fuori casa (rispetto alle 4,5 notti del 2013) per una spesa media pro-capite (comprensiva di trasporto, alloggio, cibo, divertimenti) di 657 euro (rispetto ai 585 del 2013) per un giro d'affari di 4,1 miliardi di euro rispetto ai 3,55 miliardi del 2013 (+15,6%).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata