Nielsen: Mercato pubblicità crolla del 17,7% a febbraio

Milano, 18 apr. (LaPresse/Finanza.com) - Peggiora il mercato pubblicitario. Stando ai dati forniti oggi da Nielsen il mese di febbraio si è chiuso con un -17,7% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. Un dato peggiore rispetto a quello di gennaio (-15,3%), portando la variazione tendenziale del bimestre ad un -16,5% rispetto allo stesso periodo del 2012. "Sarà importante capire il contributo del mese di marzo, un mese che, nella stagionalità degli investimenti, storicamente è uno dei più importanti dal punto di vista della raccolta, insieme a settembre ed ottobre" si legge in una nota. Rispetto al mese precedente, gli investimenti diminuiscono su tutti i mezzi, ad eccezione della televisione che a gennaio ha fatto registrare un -16,1% e rimane con lo stesso trend sul cumulato. Continua la frenata dei quotidiani (-26,1%) mentre i periodici rallentano il calo, portandosi ad un -21,6% sul cumulato bimestrale. Internet, che a gennaio aveva fatto segnare un rassicurante +9%, viene investito in pieno, così come gli altri mezzi, dallo stallo politico istituzionale e dei consumi, e registra un +1,5% che porta il bimestre al +5%. Bene l'affissione dinamica e statica (grazie alle elezioni), ancora in sofferenza il direct mail. Particolarmente in difficoltà rispetto al primo mese dell'anno la radio, che passa da un -2,2% di gennaio ad un -27,7% di febbraio, pari a un cumulato al -17,3%.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata