Nessun accordo tra Grecia e privati, colloqui riprendono mercoledì

Atene (Grecia), 13 gen. (LaPresse/AP) - Le negoziazioni sul debito tra le autorità della Grecia e i rappresentanti dell'Istituto finanziario internazionale (Iif), ovvero l'associazione mondiale di banchieri che rappresenta i detentori di bond privati, non sono giunte a un accordo. I colloqui, spiega un ufficiale rimasto anonimo, riprenderanno mercoledì prossimo e "alcuni dettagli" devono essere riesaminati.

Oggi, secondo giorno di confronto, il primo ministro Lucas Papademos e il ministro delle Finanze Evangelos Venizelos hanno incontrato il direttore dell'Iif Charles Dallara e un altro membro dell'istituto, Jean Lemierre. Al centro del dibattito l'accordo sul bond swap che permetterebbe al debito di Atene di ridursi di 100 miliardi di euro. L'accordo con i privati è cruciale affinché la Grecia ottenga un secondo pacchetto di salvataggio internazionale dal valore di 130 miliardi di euro, necessario a evitare la bancarotta. I colloqui di oggi, secondo una persona vicina alle trattative, sono stati "molto, molto tesi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata