Mps, Viola: Nessuna fuga di depositi, ora finanza ha peso residuale

Siena, 7 feb. (LaPresse) - "Non c'è alcuna fuga di depositi. C'è stata all'inizio della crisi, ma dopo c'è stata una normalizzazione e francamente che la banca ritornerà a breve lungo quel virtuoso sviluppo dei volumi commerciali". Così Fabrizio Viola, a.d. di Monte dei Paschi di Siena, durante la conference call con gli azionisti successiva al cda di ieri sera. "Siamo impegnati - ha aggiunto Viola - a realizzare un piano industriale impegnativo, ed ora lo è ancora di più. Per quello che succederà all'esterno, non mi distraggo con gli articoli che parlano di fusioni. Ad oggi non c'è niente di niente". Secondo quanto spiegato dall'a.d. di Rocca Salimbeni, nei conti della banca "non ci sono altre Santorini" o derivati da far emergere. Il cda di ieri, ha affermato Viola, "è stato importante perché conclude una fase piuttosto delicata, che ha caratterizzato gli ultimi mesi. Dà chiarezza e trasparenza sull'area finanza di Mps, che aveva dei profili di criticità, questo ci consente di lavorare con più serenità. All'inizio del mio mandato dissi che in una banca come questa, prevalentemente commerciale, l'attività finanziaria deve essere residuale, saremo coerenti con questo obiettivo". Intanto in Borsa il titolo di Monte dei Paschi procede tonico e sale del 3,77% a 0,2392 euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata