Mps, Marco Morelli nuovo ad e dg. Tononi lascia la presidenza
Le decisioni del cda della banca dopo le dimissioni di Viola

Il cda di Monte dei Paschi di Siena ha approvato all'unanimità la cooptazione in consiglio di Marco Morelli, che dal 20 settembre assumerà l'incarico di amministratore delegato e direttore generale. Una scelta che la banca ha fatto valutando che, "in virtù della sua rilevante esperienza internazionale unita alla profonda conoscenza del settore bancario italiano, sia il profilo più idoneo. L'ex a.d. Fabrizio Viola ha assicurato la sua disponibilità a fornire fino al 15 ottobre 2016 il proprio contributo in un'ottica di adeguata 'business continuity' e passaggio di consegne". La nomina del nuovo a.d. sarà soggetta alla valutazione da parte della Banca centrale europea. 

La retribuzione annua lorda è fissata in 1,4 milioni, cui si aggiunge una retribuzione variabile in base al raggiungimento di obiettivi determinati. Il trattamento di ingresso è fissato in 300mila euro a titolo di indennità risarcitoria a copertura delle conseguenze pregiudizievoli derivanti dall'anticipata cessazione del precedente rapporto di lavoro. Saranno riconosciuti a Morelli 465.000 euro, di cui 65.000 per la carica di consigliere e 400.000 per quella di amministratore delegato.

Massimo Tononi ha invece rassegnato le dimissioni da presidente e membro del cda. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata