Moody's non spaventa Milano, Mib +4,6%

Milano, 28 nov. (LaPresse) - Giornata di forti rialzi per i mercati, che hanno ignorato sia l'allarme lanciato da Moody's sulla possibilità di default multipli nell'eurozona sia la smentita di un maxi-piano Fmi da 600 miliardi di euro per il salvataggio dell'Italia. Piazza Affari chiude con il vento in poppa: l'indice Ftse Mib sale del 4,6% a 14.578,23 punti e il Ftse All-Share mostra un incremento del 4,31% a 15.321,92 punti. Maggiore sollievo è stato dato ai mercati dalle parole del ministro alle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, che ha affermato che la Germania si sta muovendo per un rapido rafforzamento dei poteri di governance dell'Ue. In questo contesto, chiusura positiva per le principali Borse europee. L'indice Ftse 100 di Londra sale del 2,87% a 5.312,76 punti, il Dax di Francoforte cresce del 4,6% a 5.745,33 punti e il Cac 40 di Parigi guadagna il 5,46% a 3.012,93 punti. A Madrid, l'indice Ibex segna un rialzo del 4,59% a 8.119,9 punti.

A Milano è la giornata dei bancari, segno che gli investitori si aspettano ancora una tenuta dell'euro. Nel comparto balzi per Unicredit (+8,14% a 0,757 euro), Intesa Sanpaolo (+7,04% a 1,155 euro), Mediobanca (+5,32% a 4,556 euro), Banca Montepaschi (+2,27% a 0,243 euro), Banco Popolare (+0,8% a 0,815 euro), Ubi Banca (+5,77% a 2,824 euro), Bper (+5,45% a 4,84 euro). Fiacca invece la Popolare di Milano (-0,15% a 0,2592 euro).

Nel resto del paniere principale, raffica di acquisti anche sulla galassia Agnelli, con Fiat (+7,16% a 3,592 euro), Fiat Industrial (+5,34% a 6,31 euro) e la holding Exor (+7,51% a 15,03 euro). Tra gli industriali, bene anche Pirelli (+5,06% a 6,645 euro), mentre cade ancora Fimeccanica (-2,67% a 2,992 euro) dopo le perdite delle scorse settimane. In forte rialzo Saipem (+6,07% a 31,65 euro). La controllata del Cane a sei zampe si è aggiudicata nuovi contratti E&C onshore del valore di circa 1 miliardo di euro, principalmente in Medio Oriente e Nord Africa.

In rosso, oltre Bpm e Finemccanica, nel Mib ci sono solo Parmalat (-0,21% a 1,438 euro) e Diasorin (-1,96% a 21,03 euro). Forti acquisti su Lottomatica (+4,31%), Mediolanum (+4,36%), Mediaset (+5,57%), Impregilo (+4,03%), Tenaris (+5,57%).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata