Moody's: Italia ancora declassata

Londra (Gran Bretagna), 14 feb. (LaPresse) - L'agenzia di rating Moody's ha abbassato il rating di 9 Paesi europei, tra cui anche l'Italia che passa da A3 a A2 e outlook negativo. Ecco gli altri cambi di giudizio: Austria vede cambiare solo il outlook che diventa negativo mentre il rating resta Aaa; idem Francia e Gran Bretagna; Malta passa come l'Italia da A2 a A3 e outlook negativo; il Portogallo passa da Ba2 a Ba3 e outlook negativo; la Slovacchia passa A1 a A2 e outlook negativo; la Slovenia passa da A1 a A2 e outlook negativo; la Spagna passa da A1 a A3 e outlook negativo.

Il declassamento è dovuto a una serie di fattori. Innanzitutto "l'incertezza sulle prospettive di riforma istituzionale nella zona euro e il debole prospettive macroeconomiche in tutta la regione, che continuerà a pesare sul mercato già fragile fiducia". Ci sono poi "le sfide italiane nella finanza pubblica, in particolare il grande stock di debito e gli alti costi dei finanziamenti, così come il deterioramento delle prospettive macroeconomiche del paese". C'è poi il rischio significativo "che il governo non raggiunga i suoi obiettivi di risanamento del debito pubblico dato che nel Paese c'è una marcata e strutturale debolezza economica". Moody's mantiene l'outlook negativo sull'Italia in quanto "le condizioni economiche e di finanziamento" potrebbero peggiorare in conseguenza di un deterioramento della crisi del debito dell'area dell'euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata