Mitsubishi ammette le manipolazioni dei test in Giappone
Le azioni della casa automobilistica sono scese di oltre il 15%

Mitsubishi ha ammesso di aver manipolato i dati dei test per gonfiare i risparmi di carburante di 625 mila automobili vendute in Giappone. Le azioni della casa automobilistica sono scese di oltre il 15%, riducendone la capitalizzazione di mercato di 1,2 miliardi di dollari. Mitsubishi ha dichiarato di aver cessato la produzione delle eK mini-wagon per il mercato domestico dopo la scoperta da parte di Nissan, che vende un modello simile prodotto dalla stessa casa, di discrepanze nei dati.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata