Microsoft e Skype chiudono accordo fusione da 8,5 miliardi di dollari

Redmond (Washington, Usa), 14 ott. (LaPresse/AP) - Skype fa ufficialmente parte di Microsoft. Le due compagnie hanno unito le forze nelle ultime ore di ieri, quando la casa di Redmond ha completato l'acquisto di Skype per il valore di 8,5 miliardi di dollari. La chiusura dell'acquisto è arrivata cinque mesi dopo l'annuncio dell'accordo.

Microsoft conta su Skype per farsi spazio in alcuni dei mercati più caldi della tecnologia e dei media. I settori che fanno più gola a Redmond sono il social networking, la telefonia cellulare e i video digitali. I quasi 170 milioni di utenti Skype del mondo hanno effettuato 207 miliardi di minuti di chiamate voce e video, l'equivalente di quasi 400mila anni. Microsoft ha annunciato che Skype opererà come divisione all'interno dell'azienda. Il Ceo di Skype, Tony Bates, si unirà allo staff Microsoft nella gestione della nuova divisione e riferirà esclusivamente a Steve Ballmer, amministratore delegato di Microsoft. Le azioni della compagnia di Redmond hanno guadagnato 5 centesimi, salendo a quota 27,23 dollari negli scambi pomeridiani.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata