Mediobanca: utile trimestrale oltre le attese a 205 milioni, miglior trimestre in 5 anni
(Finanza.com)
MediobancaMediobanca ha chiuso i primi nove mesi dell'esercizio 2014-2015 che si è chiuso il 31 marzo 2015 con un utile netto in crescita del 18% a 465,6 milioni di euro rispetto ai 395,3 milioni riportati nello stesso periodo dell'anno scorso grazie, spiega la banca in una nota, alla sostenuta ripresa delle attività bancarie (utile netto triplicato a 228,2 milioni) che compensa il minor contributo del principal investing (233,2 milioni contro 340,4 milioni). Il terzo trimestre dell'esercizio 2014-2015 ha visto il miglior risultato netto degli ultimi cinque anni a 205 milioni di euro dai 90,6 milioni dell'analogo periodo di un anno fa e contro un'attesa degli analisti interpellati da Bloomberg di 139 milioni.

I ricavi sono cresciuti del 19,5% a 1,516 miliardi da 1,268 miliardi, con un positivo andamento di tutte le componenti bancarie: margine di interesse +3,8% a 839,9 milioni per l'avvenuta ricomposizione degli attivi fruttiferi e l'aumento degli impieghi (+6% da giugno 2014 a 32,3 miliardi); commissioni +31,3% a 361 milioni per la ripresa delle attività di investment banking; proventi da tesoreria ampiamente positivi (181 milioni). In riduzione il contributo di Assicurazioni Generali (da 174 milioni a 134 milioni di euro). 

Quanto ai dati patrimoniali, gli impieghi sono saliti (+5,7% rispetto a giugno 2014) in tutti i comparti: wholesale (+7,6%), consumer (+7,6%) e mutui ipotecari (+2,3%). Le attività deteriorate nette calano in valore (-14% annuo a 1,173 milioni) e in rapporto agli impieghi (dal 3,8% di giugno al 3,6%) con un tasso di copertura migliorato (dal 50% di giugno al 53%). Gli indici di capitale sono in ulteriore aumento: il CET1 phased-in è all'11,6% (11,08% a giugno), mentre il CET1 fully phased è al 12,72% (12,50% a giugno). Il Roe è salito all'8%.

Mediobanca ha registrato ulteriori cessioni nel trimestre con un utili per oltre 100 milioni. Il principal investing mostra nei nove mesi un utile di 233,2 milioni (340,4 milioni lo scorso anno) scontando il minor apporto di Assicurazioni Generali (173,7 milioni contro 133,7 milioni) e utili da realizzo pressoché dimezzati (116,5 milioni contro 219,8 milioni). Nel trimestre il calo della redditività di Assicurazioni Generali (10,8 milioni contro 42,9 milioni nello stesso periodo dello scorso anno) è stato controbilanciato dall'utile sul rimborso del prestito Telco (78 milioni) precedentemente svalutato e dalle plusvalenze sulla cessione di azioni quotate (23,3 milioni).

Mediobanca si attende un buon andamento nell'ultimo trimestre. Lo ha detto l'amministratore delegato di Piazzetta Cuccia, Alberto Nagel, in una conferenza telefonica sui risultati trimestrali. "Ci aspettiamo un ultimo trimestre buono", ha affermato. Intanto Banca Akros questa mattina ha alzato il giudizio sull'istituto di credito a neutral dal precedente reduce. Ottima la reazione del titolo a Piazza Affari che al momento sul Ftse Mib guadagna il 3,1% a 8,87 euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata