Mediobanca, utile nove mesi cade a 37 mln, pesa Generali

Milano, 9 mag. (LaPresse) - L'utile netto di Mediobanca scende a 37 milioni di euro nei primi nove mesi dell'esercizio 2012-2013, a fronte dei 105 milioni dello stesso periodo dell'esercizio precedente, "prevalentemente per effetto della perdita del Principal Investing" (raddoppiata a 212 milioni). E' quanto si legge in una nota. L'ultimo trimestre, in particolare, sconta le perdite legate al piano di rilancio e di revisione degli attivi attuato da Assicurazioni Generali, che pesa per 139 milioni. Migliorano gli indici patrimoniali, con l'indice Core Tier 1 che sale al 12,0% (11,1% a marzo 2012). I ricavi scendono a 1.244,5 milioni di euro (-13,8% su anno): la stabilità del segmento retail (ricavi a 736 milioni), che rappresenta il 60% dei ricavi bancari, bilancia la maggiore volatilità strutturale del segmento corporate (ricavi CIB a 572 milioni, -26% su anno) penalizzato dalla riduzione degli attivi e dalla discesa dei rendimenti. Il margine di interesse mostra un calo da 813,3 a 763,4 milioni (-6,1%) attribuibile al comparto corporate e investment banking (da 295,5 a 222,9 milioni). "Il dato - sottolinea Mediobanca - sconta l'ampia liquidità in presenza di tassi di mercato in netto calo, un costo medio della raccolta crescente e un repricing dei crediti ancora in corso".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata