Mediobanca: cda approva piano triennale, cessioni per 2 miliardi

Milano, 21 giu. (LaPresse) - Il cda di Mediobanca riunitosi ieri ha approvato le linee guida del Piano 2014/16 che prevede ricavi bancari in crescita annua del 10%, ROE 2016 al 10-11%. Piazzetta Cuccia intende inoltre semplificare il modello di business, con riduzione dell'equity per 2mld, un Core Tier 1 (Basilea 3) all'11-12% e cessione di quote in altre società per 2 miliardi, tra cui quella di Generali in cui Mediobanca scenderà dal 13% al 10%. Il modello di business sarà focalizzato su tre attività bancarie specializzate (CIB, Retail e WM ) in grado di generare un flusso di ricavi crescente e geograficamente più diversificato ed efficiente dal punto di vista dei rischi e dei costi associati. Previsto anche un forte investimento in risorse umane e tecnologia per sviluppare attività a maggior contenuto commissionale e minor assorbimento di capitale, tra cui l'avvio di Mediobanca Alternative Asset Management (Maam). Prevista anche la riduzione dell'esposizione azionaria per 2mld, a seguito di: 0,4mld di revisione del valore di bilancio degli attivi; tutte le partecipazioni quotate a valore di mercato; 1,5 mld di cessioni, tra cui il 3% della quota detenuta in Generali che si riduce dal 13% al 10%. I ricavi bancari a saranno di 2,1mld, CAGR +10% e il costo del rischio stabile a 150bps.

A seguito della classificazione delle partecipazioni nel comparto "titoli disponibili per la vendita" previsto nel piano 2014-2016 e del correlato adeguamento ai prezzi di mercato, Mediobanca prevede che l'esercizio 2012-2013 si chiuderà con una perdita di circa 200 milioni. Complessivamente le svalutazioni che peseranno sull'esercizio in corso al 100%, saranno pari a 400 milioni di euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata