Mediaset, Ei Towers lancia Opa sul 100% di Rai Way per 1,2mld

Milano, 25 feb. (LaPresse) - EI Towers, società scorporata dal gruppo Mediaset che possiede le antenne di trasmissione del Biscione, lancia un'Opa su Rai Way, la società della Rai che è quotata a Piazza Affari che controlla le torri di viale Mazzini. L'offerta riguarda 272.000.000 azioni ordinarie Rai Way pari alla totalità del capitale sociale. Per ciascuna azione ordinaria Rai Way agli azionisti sarà riconosciuto un corrispettivo rappresentato da una componente in contanti, pari a 3,13 euro (corrispondente a circa il 69% della valorizzazione complessiva di ciascuna azione ordinaria Rai Way), e una componente azionaria, costituita da 0,03 azioni ordinarie EI Towers di nuova emissione (corrispondente a circa il 31% della valorizzazione complessiva di ciascuna azione ordinaria Rai Way). La valorizzazione è quindi pari a circa 4,50 euro per ciascuna azione ordinaria Rai Way, con un premio del 22% rispetto al prezzo di riferimento unitario delle azioni ordinarie Rai Way e del 52,7% rispetto al prezzo di riferimento unitario. In caso di integrale adesione, sarà pertanto pari a 1.225.332.800 euro, di cui 851.360.000 con riferimento alla componente in contanti del corrispettivo e 373.972.800 euro con riferimento alla componente azionaria del corrispettivo. L'offerta è subordinata al via libera dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato, al via libera dell'assemblea straordinaria di EI Towers convocata per il 27 marzo 2015 e che l'offerente venga a detenere una partecipazione pari almeno al 66,67% del capitale sociale di Rai Way. Inoltre il Mise deve autorizzare la Rai a continuare lo svolgimento delle proprie attività avvalendosi della nuova società. Ei Towers, a tal proposito, si impegna a garantire alla Rai i mezzi e le risorse strumentali per l'espletamento delle prestazioni di servizio pubblico. Ei Towers auspica che l'offerta possa concludersi entro l'estate del 2015. L'operazione, secondo Ei Towers, consentirà di porre rimedio all'attuale situazione di inefficiente moltiplicazione infrastrutturale dovuta alla presenza di due grandi operatori sul territorio nazionale, ponendo così l'Italia a livello dei principali Paesi europei industrializzati (Francia, Regno Unito, Spagna) nei quali le infrastrutture vengono gestite a livello nazionale da un unico operatore. La copertura del territorio nazionale mediante un'infrastruttura che potrà contare su circa 5.000 postazioni, secondo Ei Towers, incrementerà notevolmente il valore del servizio offerto dalla nuova realtà industriale ai clienti esistenti e potenziali. A seguito dell'operazione, il gruppo EI Towers avrà ricavi più diversificati, dato che l'incidenza del gruppo Mediaset sui ricavi passerà dal 77% al 41% (stime basate sui dati al 2013), mentre il gruppo RAI sarà il secondo cliente con 39% (stime basate sui dati al 2013). Come conseguenza, Ray Way sarà delistata.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata