Marchionne: Io resterò fino al 2015, poi si vedrà

Detroit (Michigan, Usa), 9 gen. (LaPresse) - In una lunga intervista concessa al 'Sunday free press' di Detroit, Sergio Marchionne, a.d. di Fiat e Chrysler, spiega che la parte di lavoro più importante per Chrysler arriverà nel 2013, quando la casa di Detroit lancerà 8 nuovi modelli oltre a riportare negli Usa l'Alfa Romeo. Marchionne, premiato come manager dell'anno dell'auto, spiega che "il peggio è passato. Ora sarà importante l'esecuzione dei piani che abbiamo finora impostato". Finora secondo Marchionne "abbiamo fatto il 20% di quanto necessario per Chrysler, le più importanti scelte industriali sono alle nostre spalle". Il manager ha anche confermato che fino a dopo il 2015, anno in cui la fusione Fiat-Chrysler sarà ultimata, non ci saranno cambiamenti che lo riguarderanno "a meno che non finisca sotto un pullman". Il lavoro per la successione è comunque già iniziato, spiega Marchionne: "Abbiamo definito un'organizzazione che si pone 2 obiettivi: primo creare la mia successione, secondo creare qualcuno che mi sopravviva".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata