Marchionne: Incontrerò i sindacati

Torino, 19 set. (LaPresse) - "Se serve incontrerò un'altra volta i sindacati ma finora abbiamo dato tutte le informazioni necessarie". Così l'ad di Fiat Sergio Marchionne a chi gli chiedeva se avesse a breve in programma un altro incontro con i sindacati per chiarire la situazione dello stabilimento di Mirafiori, a margine dell'inaugurazione del Fiat Industrial Village a Torino. Il numero uno del Lingotto ha definito poi "una cavolata" le voci secondo le quali la casa automobilitica avrebbe allo studio l'ipotesi di spostare la produzione della vecchia Ypsilon a Mirafiori. Marchionne però è tornato a sottolineare la centralità della città nell'identità dell'azienda: "L'iniziativa che prende vita questa sera - ha spiegato - parla anche del rapporto che sentiamo con la città di Torino e della nostra volontà di renderlo ancora più stretto".

Marchionne ha parlato anche della trattativa col sindacato Usa dell'Uaw per Chrysler. "Sono ottimista - ha detto - sul nuovo contratto di lavoro Chrysler. Io sono sempre ottimista per definizione - ha aggiunto - lo dobbiamo raggiungere per forza, non possiamo stare senza contratto". A chi gli chiedeva se il nuovo accordo potesse essere stilato sulla falsariga di quello della General Motors, ha spiegato di essere contrario: "Non ho visto il contratto Gm. Siamo in due posti completamente diversi noi e Gm. Siamo nati nel 2009 - ha aggiunto - con due eredità diverse, io con otto miliardi di debito e loro con 50 miliardi di capitale. Siamo due realtà completamente diverse".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata