Marcegaglia: Decreto sviluppo è ultima chance per salvare Italia

Milano, 9 ott. (LaPresse) - Il decreto sviluppo è l'ultima chance che ha il governo per "salvare il paese". Lo ha detto il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, nel corso della registrazione del programma 'Che Tempo Che fa' in onda questa sera su Rai3. "In questi giorni c'è il decreto sviluppo che sta andando avanti", ha detto Marcegaglia che auspica che "non si facciano condoni e scelte una tantum ma grandi riforme eque, dove chi ha di più paghi di più e chi ha meno paghi meno e si salvi il Paese. O ci salviamo tutti o cadiamo tutti". Per il presidente di Confindustria "questo decreto sviluppo deve essere fatto e si parla dei prossimi giorni. La preoccupazione nel nostro mondo mi pare sia tangibile. Bisogna salvare il paese, i tempi li danno i mercati finaziari, dobbiamo rispettarli e fare quello che serve al paese". Per Marcegaglia "bisogna fare in fretta, bene fare le cose importanti, al limite anche le cose impopolari, anche scontentando pezzi della maggioranza".

La presidente di Confindustria ha aggiunto, circa il condono fiscale ed edilizio: "Credo non si farà e non lo giudico bene. In un certo senso questa scelta premia i furbi e noi abbiamo bisogno che tutti paghino le tasse e rispettino le regole e quindi penso che questa non sia la scelta giusta". Per Marcegaglia "servono invece misure strutturali e serve ridurre strutturalmente il deficit e il debito. E in un momento in cui giustamente dobbiamo combattere fortemente l'evasione fiscale, la logica del condono dà un messaggio assolutamente sbagliato".

Emma Marcegaglia esclude di voler entrare in politica e guidare il Terzo polo, come aveva ipotizzato nei giorni scorsi il leader dell'Udc, Pierferdinando Casini. Rispondendo a Fabio Fazio che le chiedeva se intendesse candidarsi alla guida della formazione politica, Marcegaglia, nel corso delle registrazione del programma 'Che tempo che fa' ha risposto: "Assolutamente no". "Con Casini non ci siamo parlati - ha aggiunto - lo stimo, siamo amici ma non abbiamo dibattuto su questo tema. Sono solo illazioni e strumentalizzazioni". Il presidente di Confindustria ha spiegato che "il 24 maggio quando scadrà il mio mandato alla guida di Confindustria tornerò a fare la mamma e l'imprenditrice a tempo pieno". Poi ha aggiunto: "Non sono interessata a fare il leader del Terzo Polo in nessun modo. Voglio tornare a fare l'imprenditore a tempo pieno. Un imprenditore cha fa bene il suo mestiere, crea occupazione e posti di lavoro, ha già un ruolo importante per il suo paese". La Marcegaglia ha concluso l'intervista dicendo: "Fiat manterrà il suo investimento in Italia. Stimo Marchionne e penso che la Fiat sia un grande gruppo. Noi rappresentiamo imprese disponibili alla rottura per cambiare, ma anche convinte che per continuare a produrre in Italia bisogna trovare una convergenza con i sindacati e i lavoratori. No allo scontro continuo".


© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata