Manovra, Sacconi: L'articolo 8 è vivo, conservatori perderanno

Roma, 25 set. (LaPresse) - "L'articolo 8 è vivo. Non è affatto vero, come sostengono alcuni, che è stato sterilizzato dall'accordo tra le parti sociali. Sono anzi convinto che sono mature le condizioni perché un po' alla volta possano emergere accordi aziendali volti alla stabilizzazione dei giovani in cambio di un adeguato indennizzo in caso di licenziamento". Lo ribadisce in una intervista al Corriere della Sera il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, sottolineando che se si arriverà a un referendum "i conservatori perderanno, come è già accaduto per la scala mobile".

Secondo Sacconi "i giovani devono potere entrare nel tempo e nel modo giusto nel mondo del lavoro attraverso l'apprendistato, che va ancor più agevolato, disincentivando l'abuso dei tirocini e dei contratti a progetto". Pertanto, spiega il ministro "messi in sicurezza i conti pubblici, si può accelerare la crescita" che deve essere "il più possibile condivisa, nel governo, nella maggioranza, con le opposizioni che vogliano essere costruttive, con le parti sociali". E rispondendo a Confindustria, Sacconi precisa: "Vedremo nei prossimi giorni le proposte concrete e capiremo se sono genuinamente sindacali oppure se si tratta di richieste impossibili, concepite come grimaldelli per cercare la crisi di governo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata