Manovra, Federfarma rinvia decisione serrata per liberalizzazioni

Roma, 14 dic. (LaPresse) - Le farmacie "rimandano la decisione su eventuali iniziative di protesta" contro le misure del governo Monti. E' quanto si legge in una nota di Federfarma, che aveva minacciato una serrata per i provvedimenti di liberalizzazione dell'esecutivo. "L'approccio - scrive l'associazione delle farmacie - che emerge dall'emendamento formulato dal governo e approvato la notte scorsa" dalle commissioni della Camera "costituisce un cambiamento nel modo di affrontare le tematiche collegate al farmaco che le farmacie stanno valutando con grande attenzione". Secondo Federfarma "il nuovo testo dell'articolo 32 della manovra, pur prevedendo l'ampliamento dei farmaci vendibili al di fuori della farmacia, garantisce una forma di tutela della salute perché prevede una selezione da parte del ministero della salute e dell'Agenzia del Farmaco dei medicinali che, per le loro caratteristiche, devono continuare a essere dispensati in farmacia dietro presentazione di ricetta medica. D'altronde - si afferma ancora nella nota - in nessun Paese europeo la ricetta medica è fuori farmacia".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata