Manovra, deficit scende da 2,4% a 2,04% ma non basta

Primo no dell'Europa alle correzioni alla manovra. Per Moscovici non basta il taglio del defict al 2,04%. Il commissario frena l'ottimismo delle ultime ore, dopo l'incontro a Bruxelles fra Conte e Juncker. All'Italia vengono chiesti ulteriori interventi sulle finanze pubbliche. I mercati invece sembrano promuovere le modifiche e lo spread scende a 266 punti, ai minimi da settembre. La borsa apre in rialzo. Fra le misure della legge di bilancio, confermati reddito di cittadinanza e quota 100, garantisce il premier: "Non tradiamo la fiducia degli italiani, la crescita sarà superiore alle nostre attese", spiega il presidente del consiglio, che aggiunge: "Entro Natale ci sarà l'ok alla legge di Bilancio".