Manovra, Bruxelles prepara la contro-replica all'Italia

Un botta e risposta infinito. Bruxelles pronta a una nuova replica all'Italia sulla manovra economica che il governo ha confermato nei saldi e nelle previsioni di crescita del Pil. La scadenza entro il 21 novembre. Nessun aggiustamento, quindi, come chiesto più volte dalla Commissione europea. Una linea che potrebbe far scattare la procedura di infrazione, come chiedono Olanda e Austria. Duro il ministro delle finanze di Vienna Loeger: "L'esecutivo italiano con i messaggi populisti sta tenendo in ostaggio il suo stesso popolo". Boccia la manovra anche il vicepresidente della commissione europea Dombrovkis. Per il governo risponde Salvini che conferma la linea dura: "Non ci muoviamo di un millimetro".