Lucchini, Mise: Via libera a cessione a Cevital, salvi 1.860 posti

Roma, 2 dic. (LaPresse) - Via libera del Ministero dello Sviluppo economico al passaggio della Lucchini di Piombino al gruppo algerino Cevital, con investimenti previsti di circa 400 milioni di euro e prospettive, a regime, di pieno riutilizzo del personale Lucchini e Lucchini Servizi. Fin da subito, Cevital assumerà alle proprie dipendenze 1.860 lavoratori. Il via libera all'acquisizione di Lucchini da parte degli algerini di Cevital "conferma la volontà del governo di preservare la produzione e l'occupazione in un settore, quello dell'acciaio, fondamentale per il sistema industriale nazionale", afferma in una nota il ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi. A conclusione del procedimento di vendita svolto dalle società Lucchini e Lucchini Servizi in amministrazione straordinaria, il Mise ha autorizzato oggi il commissario, Piero Nardi, ad accettare l'offerta presentata dalla Cevital Spa per l'acquisto dei rami d'azienda Lucchini Piombino, Lucchini Servizi e Vertek Piombino e delle azioni (69,27%) di Gsi Lucchini. Cevital fa parte di un primario gruppo industriale che opera in diversi settori che spaziano dall'industria, all'agroalimentare, all'automotive, alla produzione e vendita di prodotti in vetro, alla grande distribuzione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata