Libia, Eni riapre 15 pozzi nel giacimento di Abu-Attifeel

Milano, 26 set. (LaPresse) - Eni ha avviato la riapertura di quindici pozzi nel giacimento libico di Abu-Attifeel, situato circa 300 chilometri a sud di Bengasi. Lo ha comunicato in una nota la società del Cane a sei zampe, spiegando che attualmente il livello di produzione è pari a circa 31.900 barili giorno. Nei prossimi giorni saranno riattivati altri pozzi di produzione, con l'obiettivo di raggiungere i volumi minimi necessari per riattivare l'oleodotto che trasporterà l'olio dal campo al terminale di Zuetina. Le operazioni sono condotte dalla Società Mellitah Oil & Gas, joint venture tra Eni e Noc. Il campo di Abu-Attifel è stato il primo campo "giant" scoperto in Libia da Eni negli anni '60. Eni, ricorda la società, è presente in Libia dal 1959 ed è il primo operatore internazionale di idrocarburi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata