Le borse Usa si confermano deboli, tonfo per Oracle
(Finanza.com) I listini a Wall Street si confermano in territorio negativo. Nonostante le indicazioni sopra le stime arrivate dai dati macro (la scorsa settimana le nuove richieste di sussidio si sono confermate ai minimi da cinque anni a 336 mila, i dati relativi il manifatturiero delle aree di Chicago e Philadelphia sono risultati migliori delle attese e le vendite di case esistenti sono salite ai massimi dal novembre 2009), le borse statunitensi pagano pegno alle tensioni in arrivo da Cipro. In questo momento il Dow segna un rosso di mezzo punto percentuale, lo S&P arretra dello 0,6% e il Nasdaq lascia sul parterre lo 0,8%. A livello di singole performance spicca il rosso di oltre 9% messo a segno da Oracle, penalizzata dalla pubblicazione di conti trimestrali inferiori alle attese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata