Lazio, accordo con la Bei: in arrivo 170 milioni per le pmi

Roma, 27 lug. (LaPresse) - In tutto 170 milioni: "Una boccata di ossigeno che si inserisce in una prospettiva più ampia che è quella dello sviluppo". Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, presenta così, in conferenza stampa, la linea di credito di 85 milioni di euro concessa dalla Bei (Banca europea per gli investimenti) alle banche che hanno aderito al programma 'Loan for Smes: nuove opportunità di accesso al credito per le Pmi del Lazio'.

A settembre partirà la campagna pubblicitaria di questa iniziativa e le banche Credito cooperativo di Roma, Unicredit e Bnl, oltre a ricevere liquidità da mettere a disposizione delle piccole e medie imprese, stanzieranno ulteriori fondi per arrivare a erogare un totale di 170 milioni di euro da destinare esclusivamente alle imprese del Lazio.

Le singole imprese possono ottenere un finanziamento Bei di un importo massimo di 10 milioni di euro, di durata compresa tra 2 e 12 anni. Si può arrivare fino a 15 anni in caso di investimenti per l'efficienza energetica o la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Zingaretti, seduto accanto al vicepresidente della Bei Dario Scannapieco, spiega: "L'accordo tra Bei e Regione Lazio si inserisce in una prospettiva più ampia. Noi stiamo raccogliendo i frutti di ciò che abbiamo fatto in questi due anni. Ricordo gli incontri con gli istituti di credito che collocavano il Lazio come fanalino di coda. Così abbiamo deciso di aggredire quattro settori: debiti alla Pubblica amministrazione, credito alle piccole e medie imprese, sostengo all'innovazione e internazionalizzazione. In quest'ultimo settore gli investimenti erano pari a zero".

"Questa iniziativa - aggiunge il presidente della Regione - non è una parentesi nel deserto ma si inserisce in una prospettiva di sviluppo ed è anche il frutto di una buona amministrazione e di una buona collaborazione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata