Lavoro, McDonald's: Mille neoassunti nel 2014, cambiare regole subito

Milano, 28 nov. (LaPresse) - A fronte dei dati drammatici pubblicati oggi da fonti Istat e riguardanti il tasso di disoccupazione, McDonald's Italia annuncia che nel corso del 2014 arriverà a creare oltre 1.000 nuovi posti di lavoro, grazie a un piano di sviluppo che ha visto l'apertura di 32 nuovi ristoranti in tutta la penisola, dalla Lombardia alla Sicilia. McDonald's continua a credere nell'Italia, nella sua capacità di superare questa fase di difficile congiuntura, dando seguito a un piano di sviluppo pluriennale che vede l'apertura di circa 30 nuovi ristoranti ogni anno. Anche nel 2015, McDonald's prevede di assumere altre 1.000 persone in tutta Italia.

"E' un vero e proprio appello quello che mi sento di fare oggi alla parte sana del Paese, quella parte fatta di aziende e imprenditori che può contribuire a infondere nuova fiducia agli italiani, attraverso un contributo serio e concreto verso lo sviluppo e la valorizzazione delle molte capacità del paese", ha commentato Roberto Masi, amministratore Delegato di McDonald's Italia, "ora più che mai, auspico che le istituzioni e i decisori concludano rapidamente il processo di ridefinizione delle regole del mercato del lavoro, dando certezza delle norme e delle prospettive agli operatori economici". I mille assunti del 2014 sono per la stragrande maggioranza giovani (l'80% ha meno di 30 anni) e per il 60% donne. La tipologia di contratto utilizzata è per il 90% a tempo indeterminato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata