Lavoro, Lagarde: Jobs Act è importante, tagliare il cuneo fiscale

Milano, 9 dic. (LaPresse) - "Le imprese hanno pochi incentivi a investire nei giovani. Per questo il Jobs Act, e il suo obiettivo di creare un nuovo contratto di lavoro con una protezione gradualmente crescente, è così importante per combattere questo dualismo generalizzato e migliorare il mercato del lavoro per lavoratori e imprese". Lo ha detto la direttrice del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde, in un passaggio del suo intervento all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Universita Bocconi a Milano. "Un altro elemento importante del Jobs Act sono le politiche attive del mercato del lavoro - ha aggiunto Lagarde - Queste prevedono aiuti affinché i disoccupati ricevano formazione e assistenza nella ricerca dell'impiego di cui hanno bisogno". "Anche così - ha precisato - però il Jobs Act dovrà essere accompagnato da misure finalizzate ad abbassare le aliquote fiscali marginali, o 'cuneo fiscale', che scoraggiano gli investimenti in lavoro e capitali. Nonostante i recenti sforzi, il carico fiscale sul lavoro in Italia rimane ben oltre la media Ocse. Perché ciò è così importante? Riportare il cuneo fiscale sul lavoro in Italia al livello della media Europea potrebbe abbassare la disoccupazione giovanile di 4-8 punti percentuali - ha spiegato - Questo potrebbe significare da 60.000 a 130.000 giovani che tornerebbero a lavorare".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata