Lavoro, Istat: Disoccupazione giovani ai massimi dal 1977

Roma, 3 giu. (LaPresse) - I disoccupati tra i 15 e i 24 anni, ad aprile, sono 685 mila. E' quanto rileva l'Istat sottolineando che l'incidenza dei disoccupati di 15-24 anni sulla popolazione in questa fascia di età è pari all'11,4%, invariata rispetto al mese precedente e in aumento di 0,8 punti su base annua. Il tasso di disoccupazione giovanile, ovvero la quota dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 43,3%, in aumento di 0,4 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 3,8 punti nel confronto tendenziale.

Il tasso di disoccupazione giovanile sale al 46,0% nel primo trimestre del 2014. Questo è un massimo storico, ovvero del valore più alto dall'inizio delle serie trimestrali, partire nel 1977.

3,5 MLN DISOCCUPATI NEL I TRIMESTRE 2014 - Nel primo trimestre del 2014 il numero di disoccupati sale a 3,487 milioni, rende ancora noto l'Istat, in crescita di 212.000 unità (+6,5%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L'incremento, diffuso su tutto il territorio nazionale, interessa in quasi sei casi su dieci i giovani con meno di 35 anni. Il 58,6% dei disoccupati cerca lavoro da un anno o più (54,8% nel primo trimestre 2013).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata