Lavoro, Camusso: Contrattazione regolata da troppi vincoli
"Che la professionalità debba essere regolata per legge, lo trovo vagamente ridicolo"

"Che la professionalità debba essere regolata per legge, lo trovo vagamente ridicolo". Così la segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso, a margine di un attivo di pensionati e delegati del sindacato a Torino, a proposito della contrattazione, sottolineando che e' irrigidita da troppi "vincoli".

"E' una scorciatoia il fatto che la legge definisca tutto, sottraendo liberta' e tutela complessiva, irrigidendo il sistema", ha aggiunto Camusso, sottolineando che la legislazione deve fare "un passo indietro".


"Non penso solo all'ultimo governo - ha continuato la leader sindacale - ma abbiamo alle spalle una storia che ha progressivamente legiferato su tutto e ha posto vincoli sistematicamente alla contrattazione, determinando che la contrattazione dovesse avere solo funzione applicativa delle leggi".

"In questo modo, sotto il titolo di deregolazione, si e' frammentato il mondo del lavoro, alla faccia delle dichiarazioni che invece si facevano", ha concluso Camusso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata