Lavoro, Camusso a Renzi: No a 'prendere o lasciare'

Roma, 26 set. (LaPresse) - "Io credo che sia strano sostenere che, rispetto ad una legge delega che ha un suo lungo percorso di attuazione, si possa dire prendere o lasciare". Così il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, replica alle parole del premier Matteo Renzi sulla riforma del mercato del lavoro.

"Ci pare che il tema dell'unificazione del lavoro nel nostro Paese sia molto importante e che non si può fare creando nuovi dualismi", ha aggiunto Camusso parlando con i giornalisti a margine di un convegno al Cnel.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata